cookiesE' entrata in vigore (dal 2 giugno 2015) la legge italiana sui cookie che recepisce la direttiva del Parlamento europeo, relativa al trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche.
Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

LogoBlu

Traducteur-Translator

Oggi il matrimonio e la fedeltà al patto coniugale non rappresentano più un dato acquisito: la cultura corrente ne accentua il carattere di libera scelta. Si tratta comunque di una scelta che necessita di una forte motivazione umana, civile e sociale, che può essere rafforzata da convinzioni etiche e religiose.

Nella mia prima enciclica vorrei parlare dell'amore": è l'incipit del papa teologo avvezzo a fare della chiarezza e dell'ordine espositivo la forza della sua voglia di comunicazione. Come un padre dell'epoca medioevale, ci offre una spiegazione dei termini e mette al centro una serie di domande circa il vero bisogno del cuore umano.

La giustizia è sufficiente? La giustizia basta a sè stessa? Sono domande che, scommetto, vedreste facilmente in bocca a uno di quei filosofi da fumetti, che passeggiano in tranquilli viali alberati, con la testa tra le nuvole. Se è così riprendiamoci allora queste domande, rubiamole a questo strano personaggio immaginario e portiamole nella nostra vita.

Viene rivelato agli “amici” di Gesù il mistero della vita intima di Dio, sino ad allora sconosciuta: In Dio ci sono tre persone (il Padre, il Figlio e la Spirito Santo ) che si scambiano reciprocamente, all’infinito, doni infiniti, e vivono in una unione piena che li rende infinitamente felici.

2014-08-06Vivere l'amore e in questo modo far entrare la luce di Dio nel mondo, ecco ciò a cui vorrei invitare con la presente enciclica" (Deus caritas est, n. 39). Papa Benedetto XVI ha indirizzato a tutti i fedeli cattolici un'elevata meditazione sull'amore, firmata il 25 dicembre 2005 e pubblicata il 25 gennaio 2006.

Raccolta e criteri di compilazione dei documenti necessari Operazioni successive al matrimonio. Casi particolari. Situazioni speciali.

La voce della Chiesa ci convoca, anche quest'anno, affinché intraprendiamo con umiltà e fervore l'itinerario spirituale della santa Quaresima in preparazione alla celebrazione della Pasqua del Signore, che è il vertice verso cui converge tutto il cammino dell'anno liturgico.

Documenti civili Certificato di residenza, cittadinanza, stato libero

- da richiedere all'Anagrafe del Comune di residenza

Documenti religiosi Atto di Battesimo per uso matrimonio - da richiedere alla Parrocchia di domicilio al momento del Battesimo

Certificato di Cresima - da richiedere alla Parrocchia dove si è ricevuta la Cresima (se non è annotato sull'atto di battesimo)

Certificato di stato libero ecclesiastico, qualora l'interessato provenga da fuori Diocesi di residenza o vi sia da poco tempo residente. (Presentarsi al proprio parroco con due testimoni di lunga conoscenza, anche parenti stretti).

Il 14 febbraio scorso, a Terni è stato presentato dal Vescovo di quella Diocesi mons. Vincenzo Paglia, dal Direttore dell’Ufficio Famiglia della CEI, don Sergio Nicolli, dal direttore dell’Ufficio Comunicazioni sociali della CEI, mons. Claudio Giuliodori e da Patrizio Righero, delegato diocesano del Piemonte per la pastorale giovanile, il sussidio pastorale dei Vescovi italiani.