cookiesE' entrata in vigore (dal 2 giugno 2015) la legge italiana sui cookie che recepisce la direttiva del Parlamento europeo, relativa al trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche.
Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

LogoBlu

Traducteur-Translator

Lettere al Padre sul matrimonio.(Benigno Scarpazza)

ESERCIZIO DEL MINISTERO CONIUGALE E VISSUTO DELLA SPI­RITUALITÀ CONIUGALE, L'UNO E L'ALTRO FONDATI E SOSTENUTI DALLA GRAZIA DEL SACRAMENTO DEL MATRIMONIO, SONO PAR­TE ESSENZIALE DELLA VITA E DELLA MISSIONE DELLA chiesa. non VI POSSONO ASSOLUTAMENTE MANCARE, SENZA CHE VI SI CREINO VUOTI INCOLMABILI O PARALISI INGUARIBILI. per RENDERSENE CONTO, BASTA PENSARE AL SIGNIFICATO E AL VALORE CHE HA IL SACRAMENTO DEL MATRIMONIO NELL'ECONOMIA DELLA SALVEZ­ZA: "questo MISTERO È GRANDE", CI DICE L'APOSTOLO paolo, "IN RIFERIMENTO A cristo E ALLA chiesa" (ef 5, 32). E CHE, SPECIALMENTE DOPO IL vaticano II, SE NE SIA PRESA COSCIENZA PIÙ CHIARA E DIFFUSA, NON SOLO DA PARTE DEL magistero E DELLA TEOLOGIA, MA ANCHE DA PARTE DI MOLTE COPPIE CRI­STIANE, MI SEMBRA UNO DEI SEGNI PIÙ CONFORTANTI DELLA VI­TALITÀ DELLA chiesa DEL NOSTRO TEMPO.

C'è ancora molta strada da fare, è vero, perché questa presa di coscienza si allarghi e si approfondisca fino a pene­trare nell'intero popolo di Dio; la crisi che sta scuotendo og­gi la famiglia in ogni parte del mondo, specialmente negli USA e in Europa, è grave e preoccupante, e condiziona negativa­mente anche le comunità cristiane. Lo Spirito, però, che in ogni tempo guida infallibilmente la Chiesa, ci sta facendo se­gno che proprio mediante la grazia del sacramento del ma­trimonio non permetterà che le forze del male prevalgano su quella che è chiamata ad essere, in piccolo, l'immagine più vi­va della Trinità.

"Lo Spirito", scrivevano i vescovi italiani nel lontano 1975, "ci interpella in questo momento critico della storia dell'umanità a un impegno di vaste proporzioni, per la evange­lizzazione di questo grande sacramento, che illumini e orien­ti l'amore dei giovani e li sospinga a costituire nuclei familia­ri nuovi, capaci di essere lievito nella società e nella Chiesa. Veramente il futuro della Chiesa e della sua presenza salvifi­ca nel mondo passano in maniera singolare attraverso la fa­miglia, nata e sostenuta dal matrimonio cristiano" (Evange­lizzazione e sacramento del matrimonio, 119).Sono passati molti anni da quell'appello dello Spirito, e c'è da domandarsi seriamente quanto vi abbiamo o non vi abbia­mo risposto nelle nostre chiese. Forse troppo poco. Ma lo Spi­rito ci rinnova ancora l'appello, oggi più urgentemente che mai. Perché occorre accogliere con più fiducia e maggiore senso di responsabilità la grazia del sacramento del matrimonio, crean­do, nelle nostre comunità ecclesiali, le condizioni che permet­tano alle coppie cristiane di svolgere più efficacemente il loro ministero e di vivere più autenticamente la loro spiritualità.Con le pagine che seguono, frutto di molti anni di mini­stero presbiterale a servizio di tante coppie di sposi e di fi­danzati, non mi prefiggo che uno scopo: rispondere, per quan­to mi riguarda, all'appello dello Spirito, mettendogli a dispo­sizione il mio "inutile" canale. Nella speranza che voglia ser­virsene, per far giungere l'acqua della sua grazia a quante più coppie è possibile, e queste si sentano invogliate a diventare sempre più ciò che sono, cellule vive e vitali della società e del­la Chiesa.