cookiesE' entrata in vigore (dal 2 giugno 2015) la legge italiana sui cookie che recepisce la direttiva del Parlamento europeo, relativa al trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche.
Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

LogoBlu

Traducteur-Translator

Indice articoli

03 – APRIRSI ALLA VITA

 Per formare sposi che, presenti sul territorio, affianchino le coppie nella scelta dell’aprirsi alla vita o nella dolorosa esperienza dell’infertilità.

 La formazione dovrà curare in modo particolare: la crescita spirituale degli sposi coinvolti, l’attitudine all’ascolto, le competenze specifiche richieste.

 La presenza sul territorio dovrà essere possibilmente costruita non soltanto in collaborazione con le risorse ecclesiali, ma con quelle della società civile. L’Ufficio diocesano di Pastorale Familiare può sostenere tale attenzione.

 Tale formazione dovrà essere progettata in sinergia con i corsi di educazione all’affettività per gli adolescenti e sui metodi naturali per le coppie.

04 – SCUOLA, EDUCAZIONE, WEB

 Una proposta pastorale articolata in 3 percorsi all’insegna dell’integrazione con gli Uffici Diocesani per la Famiglia, Comunicazione, Scuola, Catechesi, Giovani e Vocazioni.

 Formazione alle opportunità e alla valorizzazione dei nuovi media (contenuti, strumenti, applicazioni pastorali) per adulti, che preveda una alleanza tra pastorale familiare, parrocchie e scuola.

 Formazione per i ragazzi alla conoscenza e alla buona cittadinanza digitale (proposte interattive: concorsi, produzione media, storytelling etc…).

 Percorsi comuni intergenerazionali (genitori e figli, figli e insegnanti) al fine di rendere praticabile la convivenza nei villaggi digitali.

Claudio: Il workshop “Scuola, Educazione, Web”, suddiviso in tre gruppi da 10 persone (sullo stile dello splendido convegno sinodale di Firenze u.s., i cui partecipanti provenivano da tutte le realtà regionali, io unico “toscano” nel gruppo), coordinati da Padre Simone Bruno – Direttore Editor Gruppo San Paolo, e Flavia-Claudio Contu – Animatori della Casa della Tenerezza di Perugia, ha preso atto che in questi tempi si è aperta sempre più una frattura tra famiglia e società, tra famiglia e scuola rompendo così il “patto educativo” in essere, ponendo in crisi l’alleanza educativa tra i tre soggetti: famiglia, scuola, società.

I partecipanti si sono domandati quale felicità suscitare attraverso l’ “accompagnamento educativo” dei figli, delle nuove generazioni nel mondo dei nativo digitali?

Scopo del workshop è stato quello di far emergere esperienze concrete del proprio vissuto nell’ambito della scuola e della famiglia per valutare azioni conseguenti tese a recuperare il patto educativo tra i soggetti, tenendo chiara la presenza invadente sempre più decisiva dei media e delle tecnologie informative e comunicative.

Da qui la necessità di fornire strumenti formativi e strumentali per una corretta collaborazione reciproca, soprattutto in questi momenti così “virtuali” (faceboock, whatsapp, ecc.) a cui si delega il riempimento della comunicazione relazione reale.