cookiesE' entrata in vigore (dal 2 giugno 2015) la legge italiana sui cookie che recepisce la direttiva del Parlamento europeo, relativa al trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche.
Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Vi chiamo amici

Editoriale

“Vi chiamo amici”, ci dice Gesù. L’amicizia è sempre personale, non è mai di gruppo. E dunque è un invito ad avvicinarci in modo intimo e personale al mistero di un incontro che non tradisce mai, che ci trasforma in persone vive, non in servi.

Gli amici di Giobbe

di Stefano Zerbini

La storia di Giobbe è la storia di un uomo alle prese con il problema serio dell’esistenza: il dolore. Come la famiglia, Giobbe ha alcuni amici che vogliono dargli consigli non sempre disinteressati. Ma Giobbe rifiuta il loro moralismo spietato. E la famiglia, come si comporta?

Paura, ostacolo all’amicizia

di Maria Poetto

Non sempre la paura è un’emozione negativa: essa può in taluni casi proteggere la nostra vita. Spesso, però, le nostre relazioni personali sono segnate dalla paura, dal timore del coinvolgimento emotivo. È questo un possibile ostacolo a rapporti fecondi di amicizia.

Chi trova un amico

di Paola Bassani

La vera amicizia è esperienza rara. Non per nulla si dice che chi trova un amico trova un tesoro. Ma perché sia preziosa l’amicizia va coltivata e custodita con cura.

Amici, non servi

di Lydia Cramarossa

L’autrice propone un’esegesi familiare del brano dell’evangelo di Giovanni (15,9-17) in cui Gesù ci trasmette il suo testamento spirituale. Il Maestro ci invita a rimanere nel suo amore perché la nostra gioia sia piena, ci invita ad amarci l’un l’altro, come Lui ci ha amat0, non da servi, ma da amici. Per rivelare l’amore del Padre.

Peccato e castigo

di Guido Ghia

Se osserviamo quanto succede nel mondo, non possiamo che rimanere sorpresi di fronte all’evidente sproporzione tra la criminalità sempre più diffusa, l’empietà da cui siamo avvolti, e la scarsità di quelle che a noi sembrerebbero le sanzioni più adeguate. Spesso, addirittura, più si è empi, più si posseggono fortune e ricchezze. Ma questo pensiero non è forse frutto di una tentazione fondamentalistica? E il Dio dei Vangeli non è forse soprattutto misericordia?

La famiglia tra risorse e fragilità

di Antonia Fantini

La famiglia non è in crisi, ma sta subendo un processo di trasformazione. Dobbiamo avere l’intelligenza di coglierne gli aspetti più significativi. Ma la famiglie vive oggi una condizione di fragilità che si manifesta soprattutto sul piano educativo. Essa va dunque aiutata e soprattutto non caricata di pesi che le sarebbe difficile sopportare.

La Chiesa cattolica è amica della famiglia?

di Annamaria e Franco Quarta

Spesso si ha l’impressione che la Chiesa cattolica non sia sufficientemente amica della famiglia. Perché sia realmente tale occorre che, sulla scorta di quanto ha affermato il Concilio Vaticano II, essa venga valorizzata nei suoi carismi e rivesta all’interno della comunità cristiana un ruolo privilegiato.

Lo Stato italiano è amico della famiglia?

di Pietro Boffi

Non è possibile, purtroppo, dare a questa domanda una risposta affermativa. Almeno fino a quando le famiglie più povere, monoreddito, le donne sole con figli, continueranno ad essere penalizzate a favore delle persone e delle famiglie più ricche.

pdf L'impegno educativo (354 KB)